loading ...
Tap

Cercare casa a Barcellona

Appena si arriva a Barcellona, uno dei primi problemi che si presentano é quello della casa. Cercare casa a Barcellona non é tanto difficile ma bisogna saper cercare per evitare di trovare “fregature” o di pagare prezzi eccessivi.

Sicuramente in questo periodo di crisi che ha colpito, soprattutto, le agenzie immobiliari, sembra che i prezzi siano scesi di almeno un 15%.

Ma ci sono dei fattori da tenere presente : la maggiorparte delle persone che arriva a Barcellona, in genere inizia cercando una stanza in una  casa in condivisione, altro punto sono le migliaia di ragazzi che ogni anno passano per Barcellona per Erasmus ,studio o altro. Questi due fattori fanno si che le stanze vengano affittate subito e che i proprietari .. diciamo … sene approfittano con i prezzi.



Infatti se da un lato i prezzi degli affitti e della vendita delle case sono scesi, quelli delle stanze non dico che siano aumentati ma di certo non sono scesi come avrebbero dovuto. Anche in virtú del fatto che molti che affittano stanze sono privati non agenzie, consapevoli del fatto che per ogni  stanza in affitto ci saranno decine di contendendi, tanté che spesso vi sentirete dire che ci sono altre persone che vedranno le stanze e che vi faranno sapere, anche in virtú di “selezioni” fatta dagli inquilini sui “contentendi” la stanza.

pedrera

A parte questi fattori c’é da considerarne un altro : le agenzie immobiliari spagnole. Sono dei ladri, senza mezzi termini, credetemi, si pagano commissioni su tutto, chiedono 4-5 mesi in anticipo, avallo bancario e ,dulcis in fundo, contratto di lavoro.

Per fortuna che la criminalità e i ladri sono estremamente ridotti,  potete anche dormire le prime notti tranquille.

Questo non é per scoraggiarvi, ma per farvi stare all’erta quando andrete a contrattare.Se si tratta di un privato, chiedete sempre il contratto, o se si tratta di una stanza, fatevi garantire che possiate fare l’empadronamiento, fondamentale per avere la residenza e il medico di famiglia, ma a questo dedicheremo un altro articolo, per intanto chiedete sempre che vi facciano empadronare, il che vuol dire che devono darvi il contratto di casa e dichiarare che voi vivete nella casa, non tutti lo fanno.

Poi quando lasciate la caparra(chiamata fianza) fatevi rilasciare una ricevuta o almeno un foglio di carta con la loro firma, non si sa mai.

Detto questo possiamo iniziare la ricerca della casa. Da dove partire? Dal sito principe della ricerca della casa in Spagna e a Barcellona, Loquo.

Loquo é il portale di annunci immobiliare piú usato in assoluto, anche se non l’unico. Per cercare basta andare sul sito e cercare in pisos compartidos (case in condivisione) potete scegliere anche il limite di prezzo e scrivere la zona che preferite nella casella di testo del motore.

Attenzione perché molte agenzie immobiliari usano loquo come mezzo per trovare clienti, quindi potrebbe capitarvi di leggere offerte di stanze per “solo” 100 euro o roba del genere, non fidatevi! Non troverete una stanza a questi prezzi, in genere sono le agenzie che mettono questo tipo di offerte per attirare clienti.

Altro fattore quando cercate la vostra stanza, controllate sempre che abbiano le foto gli annunci, servono a farvi una idea della casa. La migliore soluzione é collegarsi a loquo effettuare le ricerche e, nello stesso tempo, usare google maps per rendersi conto delle zone e delle distanze.

metro

Calcolate anche i mezzi di trasporto, di solito inseriscono anche la vicinanza con la metro o il servizio di bus. É sempre importante sapere quale sia la metro piú vicina, soprattutto considerando la zona dove lavorate, se dovete cambiare metro, se sia troppo distante, insomma fate attenzione anche ai mezzi di trasporto.

Ora una cosa importante per quanto riguarda le stanze : esse vengono divise in due tipi, interior e exterior, non credo  ci sia bisogno di traduzioni.

Una stanza interiore in genere ,se siete fortunati, ha una finestra sul patio interiore con tutte le conseguenze, cioe malodori, rumori giorno e notte e poca luce. Al contrario quelle esteriori invece hanno finestre che danno sulla strada o su patio esteriore, insomma sono migliori. Quando cercate fate caso al tipo di casa che vi offrono e, ntauralmente sappiate che le stanze esterior costano piú di quelle interior.

Altro fattore sono le spese extra, internet luce gas, alcuni annunci sono spese incluse nel prezzo , (gastos incluido) altri invece sono a parte e altri invece non lo specificano, chiedete sempre delucidazioni su questo fattore, molti sono “ambigui”.

Quindi ricapitolando quando usate loquo, aprite la pagina di google maps, possibilmente quella della metro di BCN e fate una lista delle stanze che piú vi sembrano ok, quindi iniziate a chiamare cercando di prendere piu appuntamenti possibili, tenendo presente che le stanze vanno e vengono nel giro di poche ore, soprattutto in settembre ottobre quando inizia l’esodo di studenti da ogni parte d’europa.

Ma loquo non é il solo sito in cui cercare casa, vi sono anche altri siti utili soprattutto se cercate casa e non stanza eccone alcuni :

Idealista

Fotocasa

Habitaclia

Idealista é sicuramente un altro dei siti piú usati in Spagna per la ricerca della casa, anche se in questi siti vi sono molte piú agenzie che privati.  Un altra buona soluzione per cercare casa é usare i mezzi che usano i giá residenti, che oltre ai siti sopraelencati comprende anche il sito degli amministratori di condominio, anche se questo sito non é mai molto aggiornato ma potrebbe essere utile per vedere se ci sono offerte.

Il prezzo medio di una stanza a Barcellona é sulle 350 euro e in genere viene chiesto un mese di caparra, fianza in spagnolo. Mentre per le case il prezzo varia in funzione della zona, ma diciamo che la media é sui 900 -1000 euro al mese.

Ultimo appunto, appena arrivati comprate una scheda telefonica  spagnola, non chiamate con schede italiane, questo vale anche per la ricerca del lavoro, e non mettetevi la brutta idea in testa di cercare casa dall’Italia, soprattutto in Loquo, sempre meglio verificare di persona, non fidatevi molto delle foto e degli annunci sul sito senza averli visti.

Vi lascio con un piccolo “glossario” dei termini in spagnolo che si usano e si trovano nei siti di ricerca casa.

Piso = Casa

Habitación = Stanza

Compartir = condividere

Fianza = caparra

Interior = Interiore

Exterior = esteriore

ventana = finestra

Mesa = tavolo

Amueblada = ammobiliata

Luz = luce

Precio = prezzo

Gastos = spese

Mascota = animale al seguito( non tutti lo permettono)

Pareja = coppia, a volte affittano stanze doppie per coppie.

Comments

comments

Powered by Facebook Comments

20 thoughts on “Cercare casa a Barcellona

  1. Che bel lavoro hai fatto. Sono proprio felice di leggere ancora articoli interessanti su Barcelona!
    In autunno sarò finalmente a Bcn anch’ io, chissà magari potrò collaborare con le mie impressioni… Nel frattempo ne approfitto per ringraziarti.
    Baci!

  2. Ciao Erika, grazie.
    🙂
    Spero possa essere utile questo blog.

    Quando vorrai scrivere le tue impressioni, basa che mi contatti!
    Hasta pronto!

  3. Ciao,

    sarei interessato a trasferirmi a BCN e, visto l’andamento del mercato immobiliare, penso sia più conveniente comprare un appartamento prima di muovermi.
    Al momento sto consultando i siti che avete consigliato e prevedo di andare a BCN il più possibile per poter vedere gli appartamenti di persona.
    Vorrei sapere quali sono le tematiche da sapere, come muovermi nel mercato immobiliare spagnolo nel caso di compravendita, quali saranno le tasse da pagare (al rogito come in Italia per esempio), a chi eventualmente affidarmi.
    Grazie
    Andrea

  4. Ciao Andrea, sinceramente su questo argomento non saprei … di certo funziona un po come in Italia, contatti agenzia e le tasse da pagare credo siano le stesse …

    naturalmente la miglior cosa è andare direttamente sul posto per tastare la situazione.

  5. Salve,
    ho intenzione di trascorrere tre-quattro mesi a Barcellona a partire dal prossimo agosto, con l’intenzione di vedere se trasferirmi eventualmente in pianta stabile.
    Ho ovviamente bisogno di una stanza in condivisione, posso pagare fino a 500 Euro al mese, ma dato che sono una traduttrice freelance, è assolutamente necessario che la casa disponga dell’ADSL.
    Potete aiutarmi? O se magari conoscete qualcuno spargere voce?
    Grazie
    Simona

    1. ciao,
      io affitto la mia stanza a barcellona in pieno centro ( plaza real -rambla) per il periodo estivo.
      la stanza è grande esteriore ( porta e balcone) arredata e per di più si tratta di una casa da condividere solo con un’altra persona ( ragazza)
      disponibile già dal 9 di luglio fino ad ottobre
      se sei interessata contattami all’indirizzo mail
      azzurract@hotmail.com ( posso mandarti le foto e i dettagli)
      ciao

  6. Ciao,
    devo venire a lavorare a Barcellona e sto cercando un appartamento.
    Fino ad adesso ho trovato solo un sacco di “furboni”: privati che affittano la casa perchè sono in Africa in una missione e agenzie che ti chiedono come onorario il doppio dell’affitto.
    Forse ho trovato una casa tramite l’agenzia: sevicioalquiler.com…..qualcuno la conosce?
    Ma piuttosto qualcuno conosce qualcuno che vorrebbe affitare una casa per 700-800 euro al mese?
    Grazie

    Paolo

  7. Salve a tutti,anch’io sto cercando casa per le mie figlie che in settembre saranno a Barcellona per studiare. Ho visto tanti annunci su vari siti ( loquo, en alquiler,fotocasa,segundamano etc) molto spesso però si tratta di truffatori che mettono foto di case bellissime che in realtà sono prese da siti di affitti per turismo(tipo bookingc.com) infatti facendo ricerche sul web le ritrovo con prezzi reali che sono almeno il triplo di quello che questi furboni richiedono, dicendo appunto di essere ingegnieri al lavoro in Africa o similari.Comunque visto che saremo sul posto tra circa un mese per il primo periodo abbiamo affittato un appartamento turistico e poi visiterò direttamente gli appartamenti che potrebbero fare al caso nostro( e purtroppo la maggior parte in mano alle agenzie immobiliari).Una cosa però non mi è ancora chiara: per affitare un appartamento i proprietari richiedono il dnis ma per averlo bisogna avere un indirizzo stabile lì. come si fa allora?grazie a tutti
    Giuseppina

    1. Ciao Giuseppina.
      per affittare una casa non serve dni, o comunque loro intendono un documento di riconoscimento, quindi la carta d’identità italiana basta e avanza.
      Altro discorso sono invece i truffatori, la cosa migliore, come detto, è quella di cercare sul posto telefonando e visitando di persona i singoli appartamenti.
      Per la registrazione invece una basta andare al comune col padrone di casa compilare un modulo e si è registrati presso il comune, cosi si può anche prendere il medico di famiglia.
      altre info le puoi chiedere sul forum : http://forum.vivereabarcellona.com
      suerte!

  8. Ciao, non ci conosciamo, piacere Marilena. Ho letto tantissime info su Barcellona, grazie! anke io e il mio ragazzo siamo intenzionati a trasferirci…ma vorrei capire una cosa…dobbiamo prima affittare casa e poi fare il NIE?o non è necessario il contratto d’affitto x fare il documento?Il mio ragazzo fa la guardia giurata qui a Roma e anke li intende fare lo stesso…io sono ONICOTECNICA, faccio ricostruzione unghie ed ho avuto molta esperienza nei call center…come possiamo fare x casa, curriculum….aiutateciiiiiii!!!!!! GRAZIEEEEE

  9. Ciao a tutti mi chiamo Stefano,da un pò io e la mia ragazza vorremmo trasferirci a Barcellona, siamo giovanissimi io 20 lei 18, e vorremmo partire per il luglio prossimo, io vorrei lavorare come bartender free style,visto che è la mia passione, lì a Barcà si trova lavoro come barista?!e la mia ragazza farebbe lo stesso(però lei non ha un diploma FLAIR riconosciuto,ma se la cava)ma il nostro problema più grande penso sia la casa..io non me la sento di anticipare 5 mensilità per un appartamento,con magari il rischio che dopo 3 mesi me ne torno a casa..però vorrei sapere se affittando una camera si ha comunque della privacy..help!!

  10. Intanto complimenti per questo utilissimo blog,io lo trovo fantastico!
    Riguardo a le varie carte telefoniche io mi sono trovata ad avere a che fare con un problemino.
    Sono stata alla vodaphone in zona università e non mi hanno venduto una carta diciamo SIM spagnola perché dovevo dimostrare prima di fare un eventuale contratto di avere un conto bancario francese…io l’ho trovato assurdo e loro mi hanno risposto che per ora non hanno neanche le ricaricabili!
    A voi è mai capitato?
    Io sono stata anche alla Movistar ,stessa risposta…

  11. Ciao! Sono uno studente che andrà in Erasmus a Sabadell a Gennaio dell’anno prossimo per sei mesi. Cosa mi consigli di cercare? Stanza o appartamento? Là o in Barcellona? Grazie!

Comments are closed.