loading ...
Tap

11 Settembre in Catalogna, festa nazionale in ricordo dei caduti per l’indipendenza catalana

Venerdi prossimo, giorno 11 settembre, oltre a essere festa nazionale in tutta la Catalogna,é molto probabilmente il giorno piú importante dell’anno e anche il piú sentito dai “catalani” e dai nazionalisti.

Infatti é il giorno della DIADA, cioé la caduta della Catalunya per mano delle truppe Borboniche comandate dal Duca de Berwick , e , di conseguenza, la fine e l’abolizione delle instituzioni catalane, in poche parole il giorno in cui la Catalogna ha definitivamente perduto il suo “status” di nazione per cadere nelle mani della Spagna.

Senza ombra di dubbio questo é il giorno in cui l’orgoglio catalano raggiunge i livelli massimi,insieme al giorno di San Jordi, e in cui il nazionalismo e “l’odio”(non proprio nel senso letterale del termine) verso l’invasore spagnolo é sempre piú sentito.

Per molti di quelli che vivono qui invece, oltre a essere un giorno di festa é anche un puente, visto che in pratica capita di venerdi e quindi prolunga il weekend di un giorno, il che non dispiace per nulla (nemmeno a me).

Appena finita la dittatura franchista, il parlamento di Catalunya dichiaró questo giorno festa nazionale come prima legge appena ricreato il parlamento, dopo la morte di Franco (il quale non aveva molto simpatia per Barcellona e i Catalani), questo fa capire quanto sia importante per loro questo giorno.

la señera catalana
la señera catalana
la estelada catalana
la estelada catalana

Le commemorazioni sono tante e diverse in tutta la Catalogna, non solo a Barcellona, il parlamento rende onore ai caduti davanti ai monumenti di Rafael Casanova y Josep Moragues. In tutta la regione si organizzano concerti e manifestazioni e molti catalani dalle loro finestre e balconi mettono in bella vista una Señera ( la tipica Bandiera catalana a strisce ) e la estelada che invece é la bandiera con le stelle, come vedete nelle due immagini in alto.

Insomma un giorno da ricordare per tutti i catalani con orgoglio e ,sicuramente, il giorno in cui il loro sentirsi “uno stato” e “stranieri” in Spagna diventa sicuramente molto piú sentito, soprattutto da parte dei nazionalisti catalani, chiamati catalanisti, che in Catalunya sono tanti.

Hasta Luego!

Comments

comments

Powered by Facebook Comments