loading ...
Tap

Vivere a Barcellona da italiana.

Sono arrivata  a Barcellona diversi anni fa, tanti per la verità. Quando arrivai qui non c’erano voli low cost, non esisteva Ryanair e i voli per Barcellona non erano come oggi. Io ero una giovane italiana impaurita dalla Spagna post-fascista e reduce da un tentato colpo di stato qualche mese prima, su un volo alitalia che mi avrebbe portato nel posto che è diventata la mia nuova nazione.

All’epoca non c’erano tutti i turisti di oggi, e il lavoro non era per nulla facile trovarlo (cosi come in questo periodo 🙁 ), Barcellona non era conosciuta ai più e io mi trovavo la per un unico motivo, il mio amore, oggi mio marito e padre dei miei bambini. Oggi essere italiani a Barcellona è facile, ma prima non era cosi, la gente era diffidente, l’orgoglio catalano iniziava a riprendere quota dopo la decadenza subita durante la dittatura franchista, la paura ancora si respirava nelle strade e, inoltre l’ETA e “Terra lliure“, macinavano vittime innocenti con i loro attentati.

Io lo feci solo per amore, mi innamorai di un catalano e decisi di seguirlo in “una pazza avventura” che oggi mi ha portato a vivere in uno splendido paesino della costa brava, con 3 figli e una famiglia felice.

Trovai lavoro come insegnante di italiano e inglese in una scuola privata, successivamente ci siamo trasferiti da Barcellona sulla costa brava, avendo trovato lavoro fisso come insegnante di inglese in una scuola pubblica. Tutto procedeva tranquillo, Barcellona era la “big city”, ma niente di chè, la movida non era quella di oggi e anche i turisti erano molto meno numerosi e molto più facoltosi. 🙂

Poi arrivarono  le olimpiadi, e tutto cambiò! Gente tanta gente, lavoro, soldi, Barna diviene famosa, il mondo ne scopre le bellezze, il Barcellona di Cruyiff dà spettacolo, si scopre Gaudi, la Sagrada Familia e las Ramblas. Barcellona viene invasa di gente da ogni parte del mondo, la voce si sparge, si scopre di una città bellissima che ti ammalia a prima vista, e da allora il processo non si è più fermata.

Oggi Barcellona è quello che vedete quando venite in vacanza, viva, vera simpatica e con tanta voglia di divertirsi, anche in periodi di crisi nera come questi.

Suerte a todos!

Besos Giulia!

Comments

comments

Powered by Facebook Comments

2 thoughts on “Vivere a Barcellona da italiana.

  1. Ciao giuiia,

    Ho letto quanto hai scritto e mi hanno commosso le tue parole quando hai detto che hai seguito il catalano come una pazza e adesso hai una bella famiglia e un bel lavoro.
    Io sono agli ultimi esami di lettere moderne e sono fidanzata da 3 anni con un catalano che mi ha rubato il cuore. L’anno prox mi trasferisco a barcellona lui e’ di li, il mio sogno e’ quello di insegnare li, potrei avere qualche direttiva o qualche suggerimento per come fare a realizzarmi anch’io come te?
    Scrivimi se vuoi anche al mio indirizzo mail.
    Michela.mf@hotmai
    l.it

    Ciao e a presto

Comments are closed.